Navigazione veloce
Notizie > Pagina 9

Musei gratis per gli insegnanti

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

dal sito Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

09 aprile 2014

Musei gratis per gli insegnanti

E’ in vigore, dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 26 marzo, il provvedimento che consente ai docenti delle scuole di accedere gratuitamente a musei statali e siti archeologici, storici e di interesse culturale gestiti dallo Stato, in via sperimentale per l’anno 2014.

Qui in allegato sono disponibili la circolare e il modulo di certificazione da compilare e presentare alle biglietterie.

Il Funzionario
Ernesto Zizza
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Comments off

Adozione dei libri testo

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

dal sito Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Libri di testo, inviata alle scuole la circolare per le adozioni
Entro la fine dell’anno scolastico le linee guida sui materiali digitali prodotti dagli istituti

Roma, 22 aprile 2014

Adozione dei libri facoltativa, possibilità per le scuole di produrre in proprio materiali didattici digitali da proporre agli studenti, precisi paletti per i testi consigliati. Sono alcune delle novità che riguardano le adozioni dei testi scolastici contenute nella circolare inviata alle scuole. Una sorta di vademecum per guidare dirigenti e insegnanti fra le novità che entrano in vigore dal prossimo anno scolastico.

Da questa ‘tornata’ l’adozione dei libri diventa facoltativa, con la possibilità per i collegi dei docenti di scegliere anche strumenti alternativi, purché coerenti con i limiti di spesa stabiliti per legge e con i programmi in vigore. Le scuole potranno predisporre in proprio materiale didattico digitale da utilizzare al posto degli abituali libri di testo. Per poter supportare il loro lavoro entro la fine dell’anno scolastico in corso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca predisporrà apposite linee guida. Nel corso del prossimo anno scolastico i contenuti prodotti dagli istituti saranno acquisiti dal Miur che li renderà disponibili a tutte le scuole italiane. Insegnanti e dirigenti saranno coinvolti per la prima volta in un’opera collettiva di elaborazione di strumenti per la didattica che avrà la scuola stessa come protagonista.

Dal prossimo anno scolastico comincia anche l’inserimento sempre più massiccio di libri in formato misto (digitale-cartaceo) e totalmente digitale. Per coniugare l’esigenza di risparmio delle famiglie con la possibilità per i docenti di fare nuove adozioni sono previste riduzioni dei tetti di spesa per le classi iniziali della scuola secondaria di I e II grado e le terze superiori del 10% se tutti i libri sono di nuova adozione in formato misto e del 30% se sono tutti digitali. Infine, per i testi consigliati scatta un paletto preciso: possono essere inseriti in lista solo se monografici o di approfondimento.

Il Funzionario
Ernesto Zizza
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Comments off

Esami Stato abilitazione esercizio libera professione

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Prot.: MIURAOODGOS2625/R.U./U
Roma, 11 aprile 2014

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Tecnici Statali – LORO SEDI
Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali – LORO SEDI
Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali – LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine – BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di TRENTO
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma Valle d’Aosta – AOSTA
Alla Direzione Generale per l’Università, lo Studente e il Diritto allo Studio Universitario – S E D E

Esami Stato abilitazione esercizio libera professione PERITO AGRARIO – PERITO INDUSTRIALE – GEOMETRA – Sessione 2014 – Circolare Ministeriale n° 35 – MIURAOODGOS prot. n° 0002436/R.U./U  del 3/04/2014, di reperimento Presidenti e Commissari d’esame: NOTA ESPLICATIVA

Facendo seguito alla Circolare Ministeriale nominata in oggetto, si  forniscono di seguito alcune istruzioni operative cui fare riferimento, nel caso  dovessero verificarsi criticità nella fase di immissione a Sistema-SIDI dei dati richiesti  nei Moduli A/2 – relativi a Dirigenti Scolastici e Docenti:

  • ISTITUTO DI SERVIZIO (ed anche,  eventualmente, ISTITUTO COMPLETAMENTO SERVIZIO), qualora non fosse Istituto Scolastico di inserimento stesso dovranno con tempestività aprire un tagliando al n° verde 800 903 080 e, contestualmente, trasmettere per Ufficio scrivente il Modulo A/2 (integralmente e compilato a mano in
    tutti i campi), in via telematica;
  • NUMERO ANNI DI INSEGNAMENTO MATERIA, qualora il dato da immettere a Sistema risultasse inferiore a 10 anni (pertanto, ricompreso tra 5 e 9 anni), le persone addette dovranno con tempestività aprire un tagliando al n° verde 800 903 080 e,Ufficio scrivente il Modulo A/2 (integralmente e compilato a mano in tutti i campi), in via telematica;

Si comunica che tale trasmissione telematica dei Mod. A/2 dovrà essere effettuata agli indirizzi-mail paola.testi@istruzione.it e paola.lancia@istruzione.it e che ogni eventuale problematica potrà essere segnalata anche ai seguenti recapiti telefonici: 06/ 58 49 29 91 e 06/ 58 49 25 63.

Si raccomanda il puntuale adempimento di quanto sopra rappresentato e si ringrazia per la collaborazione.

IL DIRETTORE GENERALE

- firmato Palumbo -

Comments off

Aggiornamento Istanze On Line

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

dal sito Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Da domani mattina (NdR oggi 23 aprile 2014) sarà disponibile, nella specifica area delle Istanze on line del sito www.istruzione.it, la versione aggiornata del software utile per l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo. Questa versione corregge tutte le indicazioni di anomalia pervenute all’Amministrazione. In particolare, sarà possibile produrre  in modo corretto copia della domanda in formato Pdf a partire dalle informazioni memorizzate in banca dati. Sarà anche possibile provvedere all’inoltro ufficiale della domanda all’Amministrazione

Il Funzionario
Ernesto Zizza
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Comments off

Depennamento Graduatoria ad esaurimento

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

Prot.: AOOUSPRC6159
Reggio Calabria, 18 apr 2014
UO3

Alla candidata GANGEMI Rosalba per il tramite del Dirigente Scolastico dell’I. C. di Motta S. G.(RC)
Al Dirigente Scolastico dell’I.C. di MOTTA S. GIOVANNI (RC)
All’Albo on line – Al sito WEB SEDE
All’U. S. R. per la Calabria –Direzione Generale – Catanzaro Lido
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche della provincia Loro sedi
Agli Uffici degli AA. TT. PP. della Repubblica Loro sedi
Alle OO. SS. – comparto scuola – Loro sedi

IL DIRIGENTE

VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297;

VISTA la legge 3 maggio 1999 n. 124;

VISTO il D. P. R. n. 445 del 28.12.2000, artt. 46, 71, 75 e 76;

CONSIDERATO che si è reso necessario procedere a controlli sul possesso dei titoli oggetto di dichiarazioni sostitutive di certificazione, ai sensi del D. P. R. n. 445/2000 sopra citato;

VISTI i provvedimenti prot. n. 17030 del 28/07/2003, prot. n. 26912 del 20/08/2004, prot. 19440/1 dell’11/07/2005, prot. n. 275/ris del 22/07/2006, prot. n. 21044 del 16/07/2007, prot. n. 12501/1/P del 21/07/2008, prot. n. 12934/u del 04/08/09, prot. n. 12376 del 02/08/10, prot. n. 18352 del 26 agosto 2011, prot. n. 11806 del 30 luglio 2012 e prot. n. 13504 del 21 agosto 2013, relativi alla pubblicazione delle graduatorie provinciali definitive ad esaurimento (già permanenti) – scuola dell’infanzia e scuola primaria – per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato;

VISTE le domande – datate 06/05/2003, 19/05/2004, 20/04/05, 11/04/2007, 27/04/09 e 27/05/2011 – presentate dalla candidata GANGEMI Rosalba, nata il 28/05/63(RC), relative all’inserimento e/o aggiornamento delle graduatorie provinciali ad esaurimento del personale docente per l’insegnamento di Sostegno scuola primaria;

RILEVATO che la predetta candidata è in possesso dell’ATTESTATO di frequenza Corso di sperimentazione e preparazione all’insegnamento secondo l’indirizzo didattico differenziato “AGAZZI” per insegnanti di scuola materna, rilasciato dall’A. N. S. I. (Associazione Nazionale Scuola Italiana) di Reggo Calabria il 30/12/1993;

CONSIDERATO che il predetto Attestato non è valido per l’insegnamento su posti di sostegno nella scuola primaria, ai sensi delle norme vigenti i materia;

RILEVATO che la predetta candidata GANGEMI Rosalba risulta inserita negli elenchi per l’insegnamento su posti di sostegno nella scuola primaria;

RITENUTO, pertanto, di dover apportare le necessarie rettifiche agli elenchi di sostegno scuola primaria, al fine di garantire la legittimità e la correttezza alla procedura di reclutamento del personale docente;

VISTA la Legge 241/90 e successive modifiche e, in particolare, l’art. 21 octies;

DISPONE

Per quanto esplicitato nelle premesse:

ART.1) Sono annullati i provvedimenti prot. 17030 del 28/07/2003, prot. n. 26912 del 20/08/2004, prot. 19440/1 dell’11/07/2005, prot. n. 275/ris del 22/07/2006, prot. n. 21044 del 16/07/2007, prot. n. 12501/1/P del 21/07/2008, prot. n. 12934/u del 04/08/09, prot. n. 12376 del 02/08/10, prot. n. 18352 del 26 agosto 2011, prot. n. 11806 del 30 luglio 2012 e prot. n. 13504 del 21 agosto 2013, relativi alla pubblicazione delle graduatorie provinciali definitive ad esaurimento (già permanenti), ) –scuola primaria – nella parte in cui la candidata GANGEMI Rosalba, nata il 28/05/63(RC), è inclusa negli elenchi provinciali del sostegno – scuola primaria – per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato.

Art. 2) per effetto di quanto disposto nel precedente art. 1), l’insegnante medesima è DEPENNATA dagli elenchi prov.li di sostegno scuola primaria – per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato nonché dagli analoghi elenchi relativi alle graduatorie di Istituto di 1^ fascia .

Art.3) Conseguentemente, le graduatorie provinciali ad esaurimento DEFINITIVE - – scuola primaria e scuola dell’infanzia – relative al personale docente ed educativo per le assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato, pubblicate con i provvedimenti sopra indicati, sono rettificate come da prospetto allegato che è parte integrante del presente provvedimento.

Pertanto, i Dirigenti Scolastici delle Istituzioni scolastiche interessate provvederanno ad effettuare:

- le conseguenti rettifiche delle relative graduatorie di Istituto di 1^ fascia – posto comune – e degli elenchi di sostegno – graduatorie – scuola primaria e delle relative graduatorie d’Istituto I^ fascia posto comune scuola dell’infanzia ;

- alla dichiarazione di nullità dei relativi contratti a tempo determinato sottoscritti – per posto di sostegno – scuola primaria – con l’ins. GANGEMI Rosalba .

- alla dichiarazione di non validità, ai fini giuridici, dei servizi prestati su posto di sostegno scuola primaria – dall’ins. GANGEMI Rosalba .

Il Dirigente Scolastico dell’ Istituto Comprensivo di MOTTA S. GIOVANNI (RC) avrà cura di notificare il presente provvedimento all’interessata, restituendo a questo Ufficio copia dello stesso, debitamente datata e firmata per notifica dalla candidata GANGEMI Rosalba.

Avverso il presente provvedimento possono essere esperiti i rimedi giurisdizionali previsti dal vigente

IL DIRIGENTE
Mirella NAPPA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Il responsabile del procedimento: Ada FERRANTE mail: ada.ferrante.rc@istruzione.it
Il responsabile dell’istruttoria: Francesco FERRO mail: francesco.ferro.rc@istruzione.it

 

Allegati

Comments off

Posti di sostegno in deroga

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

Prot.: AOOUSPRC6019
Reggio Calabria, 17 apr 2014
UO3

Alle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della provincia di Reggio Calabria – LORO SEDI
All’Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio IV- Settore II – CATANZARO
Alle OO.SS. del Comparto Scuola – LORO SEDI
Al sito web per la pubblicazione

IL DIRIGENTE

VISTA la bozza del decreto interministeriale concernente le disposizioni sulla determinazione degli organici del personale docente di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2013/14, trasmessa dal MIUR con la Circolare Ministeriale n.10 del 21.3.2013;

VISTI i propri provvedimenti, prot.n.6575 del 13/05/2013, prot.9140 del 17/06/2013 e prot.n.10131 del 09/07/2013 con i quali sono state definite le dotazioni organiche rispettivamente della scuola dell’infanzia e primaria, della scuola sec. di I grado e della scuola sec. di II grado;

VISTO il proprio decreto prot. n. 11036 del 19/07/2013 relativo alla dotazione organica di sostegno provinciale per l’a. s. 2013/14;

VISTO il proprio decreto prot. n. 13380 del 21 agosto 2013 relativo alla dotazione organica provinciale di sostegno determinata dall’adeguamento dell’organico di diritto alla situazione di fatto per a. s. 2013/14;

VISTO il proprio decreto prot. n. 16308 del 4 ottobre 2013 con il quale il succitato decreto prot. n. 13380 del 21 agosto 2013 è stato in parte rettificato;

VISTI i propri provvedimenti, prot. n. 16740 del 11.10.2013, prot.n.17115 del 21.10.2013, prot.n.19048 del 25.11.2013, prot.n.20704 del 23.12.2013, prot.n.1210 del 30.1.2014 con il quale sono stati ripartiti i posti in deroga autorizzati dall’USR Calabria rispettivamente con decreti prot.n.17041 del 08.10.2013, prot.n.17697 del 21.10.2013, prot.n.19477 del 15.11.2013, prot.n.21607 del 20.12.2013, prot.n.1387 del 29.1.2014 e prot 3289 del 11.3.2014;

ESAMINATE le richieste di posti di sostegno in deroga pervenute da parte dei Dirigenti scolastici, in relazione a certificazioni sopravvenute di alunni con disabilità gravi;

RITENUTO di dover soddisfare tali richieste in ottemperanza alla sentenza n.80/2010 della Corte Costituzionale;

VISTA la propria nota, prot. n. 5633 del 10.4 2014, con la quale viene richiesta all’USR Calabria, l’autorizzazione ad istituire n.1 posto + 13 ore per la scuola dell’infanzia, n. 1 posto per la scuola secondaria di II grado + 16 ore per la scuola primaria, per soddisfare le esigenze rappresentate dai Dirigenti Scolastici;

VISTO il decreto dell’USR Calabria prot.n5993 del 14.4.2014 con il quale sono stati autorizzati i posti di sostegno in deroga richiesti con la predetta nota prot.n. 5633;

PRESO ATTO delle risultanze dei lavori del GLH provinciale;

DECRETA

Art.1- I posti di sostegno in deroga autorizzati dall’USR Calabria con decreto prot.n. 5993 del 14.4.2014, sono ripartiti come di seguito:

Scuola Primaria n. 16 ore

Scuola Sec. di II Grado n. 1 posto

Art.2- I posti di sostegno in deroga, di cui all’art.1, sono istituiti presso le seguenti istituzioni scolastiche:

SCUOLA PRIMARIA RCIC8254005 IC ROCCELLA Ore 16 EH

SCUOLA SEC.DI SECONDO GRADO RCPM05000C Istituto Magistrale Polistena Posti n. 1 AD02

 

IL DIRIGENTE
Mirella NAPPA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Il responsabile del procedimento: Carmela Oriana - carmelafedora.oriana.rc@istruzione.it
Il responsabile dell’istruttoria : Maria Musca – maria.musca@istruzione.it

Allegati

Allegati

uo3_20140417_6019
uo3_20140417_6019.pdf (53 kB)

Comments off

Ulteriori indicazioni e istruzioni per l’applicazione al personale della scuola delle norme in materia di precedenze contrattuali

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

Prot.: AOOUSPRC5892
Reggio Calabria, 14 apr 2014

Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche della provincia di Reggio Calabria – Loro Sedi
e, p.c. All’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Ufficio IV – Catanzaro
Alle OO.SS. Comparto Scuola – Loro Sedi
Al sito WEB (per la pubblicazione)

Oggetto: Applicazione al personale della scuola delle norme in materia di riconoscimento della precedenza contrattuale in tema di mobilità – ulteriori indicazioni

Facendo seguito alla nota prot. n. 3487 del 13/3/2014 e tenuto conto di alcune richieste di chiarimenti pervenute da parte di dirigenti scolastici della provincia, si ritiene opportuno fornire ulteriori indicazioni in materia e con specifico riferimento alle situazioni relative al

  • figlio individuato come referente unico che presta assistenza al genitore disabile in situazione di gravità;
  • fratello/sorella, (precedenza da riconoscere solo ad uno di essi) convivente con il disabile in situazione di gravità, nel caso che entrambi i genitori siano deceduti o, perché totalmente inabili, siano impossibilitati a provvedere all’assistenza del figlio disabile grave.

Tanto si ritiene necessario, al fine di uniformare in ambito provinciale i criteri di applicazione delle disposizioni relative alle precedenze di cui alla legge 104/1992 nelle procedure dei trasferimenti e della formazione delle graduatorie di istituto per l’individuazione dei perdenti posto, oltre che nelle procedure di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo e delle graduatorie permanenti del personale A.T.A., laddove formulano espresso richiamo alla relativa disciplina prevista dal C.C.N.I. sulla mobilità. 

I)         FIGLIO individuato come referente unico che presta assistenza al genitore disabile in situazione di gravità.

Nell’ipotesi di figlio referente unico che presta assistenza al genitore disabile in situazione di gravità, la precedenza viene riconosciuta in presenza di tutte le seguenti condizioni:

  • documentata impossibilità del coniuge del disabile – primo soggetto obbligato per legge a provvedere all’assistenza – per motivi esclusivamente oggettivi (valgono le precisazioni fatte a proposito delle ragioni oggettive di cui ai successivi punti 1, lett. a) e 4, lett.a e b));
  • impossibilità, da parte di ciascun altro figlio di effettuare l’assistenza al genitore disabile in situazione di gravità, per ragioni esclusivamente oggettive, tali da non consentire l’effettiva assistenza nel corso dell’anno scolastico. L’autodichiarazione rilasciata dagli altri figli non è necessaria laddove il figlio richiedente la precedenza in qualità di referente unico, sia anche l’unico figlio convivente con il genitore disabile;
  • essere anche l’unico figlio che ha chiesto di fruire per l’intero anno scolastico in cui presenta la domanda di mobilità, dei 3 giorni di permesso retribuito mensile per l’assistenza ovvero del congedo straordinario ex art. 42 comma 5 del D.L.vo n. 151/2001.

Nel caso in cui il riconoscimento dei benefici ex art. 33, cc. 5 e 7 della L. 104/92 intervenga da parte della ASL dopo il 1° settembre dell’anno scolastico di riferimento (2013-14) sono valide anche le richieste di fruizione dei permessi prodotte dopo tale data, ma, comunque, entro il 7 aprile 2014 per il personale docente ed educativo, e entro il 14/4/2014 per il personale A.T.A.; tale situazione va, inequivocabilmente, evidenziata nell’autocertificazione (cfr. nota 9 art. 7 C.C.N.I.).

L’autodichiarazione del referente unico che ha richiesto di fruire dei permessi per l’intero anno scolastico in corso, ovvero il congedo straordinario ex art. 42 D.L.vo 151/2001, e l’attività di assistenza con carattere di unicità dello stesso, così come le autodichiarazioni concernenti predetti punti a) e b), da parte del coniuge del disabile o da parte degli altri figli, dovranno essere rese ai sensi delle disposizioni contenute nel D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, così come modificato e integrato dall’art. 15 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 e dall’art. 15, comma 1 della legge n. 183 del 12 novembre 2011. Al riguardo questo Ufficio si riserva di effettuare accertamenti alla luce anche di quanto previsto dalla L. 183/2011.

Ribadito che nell’ipotesi della convivenza tra il figlio individuato come referente unico richiedente la precedenza e il genitore disabile, non occorre la dichiarazione di impedimento all’assistenza dei fratelli/sorelle, si precisa che il richiedente deve documentare tale condizione familiare con dichiarazione personale resa sotto la propria responsabilità, redatta ai sensi delle disposizioni contenute nel D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, così come modificato e integrato dall’art. 15 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 e dall’art. 15, comma 1 della legge n. 183 del 12.11.2011.

Riguardo alla convivenza si richiama l’attenzione su quanto previsto dalla nota (8) all’art. 7 del C.C.N.I., che si riporta: ”Si riconduce il concetto di convivenza a tutte le situazioni in cui sia il disabile che il soggetto che lo assiste abbiano la residenza nello stesso comune, riferita allo stesso indirizzo – stesso numero civico anche se interni diversi (Circolare Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, 18 febbraio 2010, prot. n. 3884).”

Si chiarisce che nel caso della convivenza dovrà essere stato effettuato il relativo adempimento anagrafico presso il comune di riferimento.

Non sarà riconosciuta la precedenza ad alcuno dei figli qualora, oltre al richiedente, convivano con il genitore disabile, un altro/i figlio/i o il coniuge del disabile – primo soggetto obbligato per legge all’assistenza – non impedito all’assistenza per motivi oggettivi.

Le ragioni “esclusivamente” oggettive devono risultare, con inequivocabile chiarezza, da ciascuna richiesta prodotta dai soggetti impediti a provvedere all’assistenza con autodichiarazione ex DPR n. 445/2000, così come modificato e integrato dall’art. 15 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 e dall’art. 15, comma 1 della legge n. 183 del 12 novembre 2011.

Pertanto, si indicano di seguito alcune situazioni di riferimento. 

1) Motivi di salute

Dalla documentazione prodotta devono risultare le ragioni oggettive di impedimento all’assistenza, collegate allo stato di salute, con allegazione di appositi certificati medici rilasciati :

a)         dalle specifiche Commissioni Sanitarie ASP/INPS attestanti la totale inabilità del coniuge o del fratello/sorella;

b)        da medico in servizio presso l’ASP che attesti espressamente l’oggettiva impossibilità continuativa e l’impedimento a prestare la necessaria assistenza da parte del fratello/sorella;

2) Luogo di residenza dell’assistito e del richiedente e luogo di residenza degli altri fratelli/sorelle.

Residenza anagrafica degli altri fratelli/ sorelle in un Comune diverso da quello di residenza del soggetto disabile e del richiedente (da documentare con dichiarazione personale di ogni fratello/sorella);

3) Situazioni professionali o attività lavorative svolte dagli altri fratelli/sorelle.

Non possono essere considerate tali le situazioni legate ad attività professionali o lavorative svolte dai vari componenti della famiglia.

4) Altre situazioni

a)         Età superiore a 65 anni dell’altro genitore, coniuge del disabile, da documentare con dichiarazione personale;

b)        Decesso dell’altro genitore, coniuge del disabile, da certificare con autodichiarazione del richiedente;

c)         Studenti fuori sede (situazione da documentare con copia contratto di locazione registrato o con dichiarazione di residenza o di domicilio registrato al Comune);

d)        Fratelli minori (da documentare con dichiarazione personale del richiedente );

e)         Detenuti e sottoposti a misure di restrizione della libertà personale (da documentare con dichiarazione personale).

II)        FRATELLO/SORELLA (precedenza da riconoscere solo ad uno di essi) convivente con il disabile in situazione di gravità, nel caso che entrambi i genitori siano deceduti o, perché totalmente inabili, siano impossibilitati a provvedere all’assistenza del figlio disabile grave (è necessario comprovare le condizioni come indicato ai punti 1, lett. a) e punto 4 lett. a) e b)).

IL DIRIGENTE
Mirella NAPPA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Allegati

Allegati

atprc_20140414_5892
atprc_20140414_5892.pdf (116 kB)

Comments off

Graduatorie permanenti reinserimento candidata

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

Prot. n. AOUSPRC5725
Reggio Calabria, 10 aprile 2014
Allegati n. 1
UO3

ALLA  Sig.ra  TALIA Mimma  

ALL’ALBO  ON LINE -  SITO INTERNET – SEDE

ALL’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CALABRIA  Ufficio IV – CATANZARO  LIDO

AI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA PROVINCIA – LORO SEDI

ALLE OO. SS.  – COMPARTO SCUOLA – LORO SEDI

IL DIRIGENTE 

VISTA la legge 124/99 recante disposizioni urgenti in materia di personale scolastico;

VISTO il D.M.  n. 44  del 12.5.2011 concernente l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il triennio 2011/14;

CONSIDERATO  che la candidata TALIA Mimma, nata il  20/10/1972 (RC), era stata esclusa dalla  graduatoria ad esaurimento  di 3^ fascia  dei docenti di scuola primaria di questa provincia, valida  per il triennio 2011/14,  in quanto nell’anno scolastico 2009/10  non aveva presentato domanda di aggiornamento;

VISTA la Sentenza ex art. 429, I comma CPC Numero  488/2014  con la quale il Tribunale di Reggio Calabria – Sezione lavoro – ha accolto il ricorso prodotto dalla suddetta candidata e per l’effetto ha dichiarato “il diritto della ricorrente ad essere reinserita nella graduatoria definitiva ad esaurimento (già permanente) della scuola primaria della Provincia di Reggio Calabra, valida per il triennio 2011/14 …con il punteggio già acquisito in precedenza”;

CONSIDERATO che occorre dare esecuzione alla predetta Sentenza  n. 488/14;

DISPONE 

per quanto esplicitato in premessa, in esecuzione della Sentenza ex art. 429, I comma CPC Numero  488/2014 del Tribunale di Reggio Calabria – Sezione lavoro, la candidata TALIA Mimma,  nata il 20/10/1972  (RC), è reinserita  nelle  graduatorie provinciali ad esaurimento definitive – 3^ fascia – scuola primaria, per il triennio 2011/2014, pubblicate con Decreti prot. n. prot. n. 18352 del 26 agosto 2011, prot. n. 11806 del 30 luglio 2012   e prot. n. 13504  del 21 agosto 2013, come da prospetto allegato che è parte integrante del presente provvedimento.

IL DIRIGENTE
Mirella NAPPA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Il responsabile del procedimento: Ada FERRANTE mail: ada.ferrante.rc@istruzione.it
Il responsabile dell’istruttoria: Francesco FERRO mail: francesco.ferro.rc@istruzione.it

Allegati

Comments off

Graduatorie permanenti depennamento candidata

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

Prot.: AOOUSPRC5610 del 9 aprile 2014
Reggio Calabria, 08 apr 2014
UO3

 

Alla candidata ALBANESE Maria Teresa   per il tramite del Dirigente Scolastico dell’Ist. Compr. “CAMPANELLA” di GIOIA TAURO (RC)

Al Dirigente Scolastico dell’I.C. “CAMPANELLA” di GIOIA TAURO (RC)  

All’Albo on line  - Al sito WEB SEDE

All’U. S. R.  per la Calabria –Direzione Generale – Catanzaro Lido

Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche della provincia – Loro sedi

Agli Uffici degli AA. TT. PP. della Repubblica – Loro sedi

ALLE OO. SS.  – Comparto Scuola – Loro sedi

 

IL DIRIGENTE 

VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297;

VISTA  la  legge 3 maggio 1999  n. 124;

VISTO il D. P. R. n. 445 del 28.12.2000, artt. 46, 71, 75 e 76;

CONSIDERATO che si è reso necessario procedere a controlli sul possesso dei titoli oggetto di dichiarazioni sostitutive di certificazione, ai sensi del D. P. R. n. 445/2000 sopra citato;

VISTI i provvedimenti prot. 19440/1 dell’11/07/2005, prot. n. 275/ris del 22/07/2006, prot. n. 21044 del 16/07/2007, prot. n. 12501/1/P del 21/07/2008, prot. n. 12934/u del 04/08/09, prot. n. 12376 del 02/08/10, prot. n. 18352 del 26 agosto 2011, prot. n. 11806 del 30 luglio 2012   e prot. n. 13504  del 21 agosto 2013,  relativi alla pubblicazione delle graduatorie provinciali definitive ad esaurimento (già permanenti) – scuola dell’infanzia e scuola primaria – per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato;

VISTE le domande – datate 02/05/05, 17/04/2007, 02/05/09 e 31/05/2011 – presentate dalla candidata ALBANESE Maria Teresa, nata il 04/02/55 (RC), relative all’inserimento e/o aggiornamento delle graduatorie provinciali ad esaurimento del personale docente per l’insegnamento di Sostegno  scuola dell’infanzia e  scuola primaria;

RILEVATO  che la predetta candidata è in possesso del Diploma rilasciato a seguito di frequenza di un CORSO SULLA FISIOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO FISICO E PSICHICO DEL FANCIULLO, rilasciato – in data 30 settembre 1976 – dal Centro Nazionale per l’Istruzione e l’Orientamento Professionale – Calabria di Reggio Calabria;

CONSIDERATO che il predetto Diploma non è valido per l’insegnamento su posti di sostegno nella scuola dell’infanzia e  nella scuola primaria, ai sensi delle norme vigenti i materia;

RILEVATO che la predetta candidata ALBANESE Maria Teresa,  risulta inserita  negli elenchi per l’insegnamento su posti di sostegno nella scuola  dell’infanzia e nella primaria pubblicati con i provvedimenti sopra indicati;

RITENUTO, pertanto, di dover apportare le necessarie rettifiche agli elenchi di sostegno scuola dell’infanzia e scuola primaria, al fine di garantire la legittimità e la correttezza alla procedura di reclutamento del personale docente;

VISTA la Legge 241/90 e successive modifiche e, in particolare, l’art. 21 octies; 

DISPONE 

Per quanto esplicitato nelle premesse :

ART.1) Sono annullati i provvedimenti prot. 19440/1 dell’11/07/2005, prot. n. 275/ris del 22/07/2006, prot. n. 21044 del 16/07/2007, prot. n. 12501/1/P del 21/07/2008, prot. n. 12934/u del 04/08/09, prot. n. 12376 del 02/08/10, prot. n. 18352 del 26 agosto 2011, prot. n. 11806 del 30 luglio 2012   e prot. n. 13504  del 21 agosto 2013,relativi alla pubblicazione delle graduatorie provinciali definitive ad esaurimento (già permanenti), ) – scuola dell’infanzia e scuola primaria – nella parte in cui la candidata ALBANESE Maria Teresa, nata il 04/02/55 (RC), è inclusa negli elenchi provinciali del sostegno – scuola dell’infanzia e scuola primaria -  per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato.

Art. 2) per effetto di quanto disposto nel precedente art. 1), la candidata medesima è DEPENNATA dagli elenchi provinciali di sostegno scuola dell’infanzia e scuola primaria -  per contratti a tempo indeterminato e per contratti a tempo determinato nonché dagli analoghi elenchi relativi alle graduatorie di Istituto di 1^ fascia. 

Art.3) Conseguentemente, le graduatorie provinciali ad esaurimento DEFINITIVE – scuola dell’infanzia e scuola primaria – relative al personale docente ed educativo per le assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato, pubblicate con i provvedimenti sopra indicati, sono rettificate come da prospetto allegato che è parte integrante del presente provvedimento. 

Pertanto, i Dirigenti Scolastici delle Istituzioni scolastiche interessate provvederanno ad effettuare:

- le conseguenti rettifiche delle relative graduatorie  - posto comune – e degli elenchi di sostegno – graduatorie di Istituto di 1^ fascia -  scuola dell’infanzia e scuola primaria;

- alla dichiarazione di nullità dei relativi contratti a tempo determinato sottoscritti – per posto di sostegno –  con l’ins. ALBANESE Maria Teresa.

- alla dichiarazione di non validità, ai fini giuridici, dei servizi prestati su posto di sostegno dall’ins.  ALBANESE Maria Teresa.

Il Dirigente Scolastico dell’ Istituto Comprensivo “CAMPANELLA” di GIOIA TAURO (RC)  avrà cura di notificare il presente provvedimento alla candidata  ALBANESE Maria Teresa, restituendo a questo Ufficio copia dello stesso, debitamente datata e firmata per notifica dall’interessata.

Avverso il presente provvedimento possono essere esperiti i rimedi giurisdizionali  previsti dal vigente ordinamento

IL DIRIGENTE
Mirella NAPPA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Il responsabile del procedimento: Ada FERRANTE mail: ada.ferrante.rc@istruzione.it
Il responsabile dell’istruttoria: Francesco FERRO mail: francesco.ferro.rc@istruzione.it

 

 

Allegati

Comments off

Tasse scolastiche e contributo scolastico

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Direzione Generale
Ufficio IX – Ambito Territoriale per la provincia di Reggio Calabria
Via Sant’Anna II° tronco, località Spirito Santo – 89129 Reggio Calabria
e-mail: usp.rc@istruzione.it – Posta Elettronica Certificata: usprc@postacert.istruzione.it

A seguito di numerose richieste di chiarimenti in merito all’oggetto, di seguito si riportano gli articoli pubblicati nella pagina URP del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Articolo tratto dalla pagina http://www.istruzione.it/urp/tasse.shtml

Tasse e contributi

E’ opportuno attuare una distinzione tra le tasse scolastiche erariali, obbligatorie nell’ultimo biennio delle scuole secondarie superiori (dopo il compimento del sedicesimo anno di età e il conseguente assolvimento dell’obbligo scolastico) e contributi, scolastici, di natura volontaria e destinati all’arricchimento dell’offerta culturale e formativa degli alunni. Le tasse scolastiche erariali si versano sul c.c.p. n. 1016 intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara, precisando la causale, utilizzando i bollettini disponibili presso gli uffici postali.

Tasse scolastiche

A partire dall’anno scolastico 2006/2007, il principio dell’obbligatorieta’ e gratuita’ dell’istruzione, previsto dall’art. 34 della Costituzione, e’ stato esteso dalla normativa attuale, fino a ricomprendere i primi tre anni degli istituti di istruzione secondaria superiore e dei percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale realizzati sulla base dell’accordo-quadro in sede di Conferenza Unificata Stato-Regioni, Citta’ e Autonomie Locali del 19-6-2003.

Conseguentemente, gli studenti che si iscrivono al primo, secondo e terzo anno dei corsi di studio degli istituti di istruzione secondaria superiore entro l’assolvimento dell’obbligo scolastico, sono esonerati dal pagamento delle tasse scolastiche erariali, a partire dall’anno scolastico 2006/2007.

L’impianto normativo tuttora in vigore in tema di tasse scolastiche (DLgvo 297/94, art. 200) prevede quattro distinti tipi di tributo: di iscrizione, di frequenza, di esame e di rilascio di diploma.

Tassa di iscrizione: e’ esigibile all’atto dell’iscrizione ad un corso di studi secondari, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente, e vale per l’intera durata del ciclo, non e’ rateizzabile ed e devoluta integralmente all’Erario. L’importo e di 6,04 euro.

Tassa di frequenza: deve essere corrisposta ogni anno, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente, e puo’ essere rateizzata, con pagamento della prima rata ad inizio d’anno e delle altre nei mesi di dicembre, febbraio ed aprile (Decreto Ministeriale Finanze 16 Settembre 1954). La tassa deve essere pagata per intero sia nel caso che l’alunno si ritiri dalla scuola sia nel caso che sia costretto ad interrompere la frequenza per motivi vari. In caso di trasferimento di uno studente da istituto statale ad altro statale, il pagamento e’ riconosciuto valido dalla nuova scuola. L’importo e’ di 15,13 euro.

Tassa di esame: deve essere corrisposta esclusivamente nella scuola secondaria superiore al momento della presentazione della domanda per gli esami di idoneita’, integrativi, di licenza, di qualifica, di Stato (ex maturita’). L’importo e’ di 12.09 euro. Il pagamento non e’ rateizzabile (art. 3 decreto ministeriale Finanze 16.09.1954).

Tassa di diploma: la tassa deve essere corrisposta in unica soluzione, al momento della consegna del titolo di studio. L’importo e di 15,13 euro, per il rilascio del diploma di maturita’ delle scuole superiori e per quello dei conservatori di musica. Per la tassa di diploma non e’ prevista la concessione di esonero per motivi di merito, ma solo quella per motivi economici o di appartenenza a speciali categorie (circolare ministeriale 15.05.1987, n. 146).

Esonero dalle tasse scolastiche

Ai sensi del Decreto legislativo 16 Aprile 1994, n. 297, art. 200, l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche puo’ essere consentito per merito, per motivi economici, e per appartenenza a speciali categorie di beneficiari. Questi tipi di esonero valgono per tutte le tasse scolastiche.
I limiti di reddito per il pagamento delle tasse scolastiche per l’anno scolastico 2014/2015, sono stati indicati nella nota prot. 936 del 5 Febbraio 2014.

Contributo scolastico

In ragione dei principi di obbligatorieta’ e di gratuita’, non e’ consentito richiedere alle famiglie contributi obbligatori di qualsiasi genere o natura per l’espletamento delle attivita’ curriculari e di quelle connesse all’assolvimento dell’obbligo scolastico (fotocopie, materiale didattico o altro), fatti salvi i rimborsi delle spese sostenute per conto delle famiglie medesime (quali ad es: assicurazione individuale degli studenti per RC e infortuni, libretto delle assenze, gite scolastiche, etc.). Eventuali contributi possono dunque essere richiesti solo ed esclusivamente quali contribuzioni volontarie con cui le famiglie, con spirito collaborativo e nella massima trasparenza, partecipano per al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta formativa degli alunni, per raggiungere livelli qualitativi più elevati. E’ pertanto illegittimo e si configura come una violazione del dovere d’ufficio, subordinare l’iscrizione degli alunni al preventivo versamento del contributo. I contributi scolastici sono deliberati dai Consigli di Istituto.
Riferimenti normativi:

Articolo tratto dalla pagina http://www.istruzione.it/murp/news.html

12 Marzo 2013 – CONTRIBUTI SCOLASTICI: assolutamente volontari

I consigli d’istituto, pur potendo deliberare la richiesta alle famiglie di contributi di natura volontaria, destinati esclusivamente ad interventi di ampliamento dell’offerta culturale e formativa e non ad attività di funzionamento ordinario e amministrativo, non possono in alcun modo avvalersi di un vero e proprio potere di imposizione che legittimi la pretesa di un versamento obbligatorio di tali contributi: come recita l’art.23 della Costituzione infatti, “nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge”.
Qualunque somma ulteriore alle tasse erariali e a quanto strettamente necessario per il rimborso di spese sostenute dalla scuola può essere richiesta soltanto quale contributo volontario attraverso il quale le stesse famiglie, con spirito collaborativo e nella massima trasparenza, partecipano al miglioramento dell’offerta formativa e al suo ampliamento al di là dei livelli essenziali, raggiungendo livelli qualitativi sempre più elevati.
Si ricorda inoltre, che all’atto del versamento le famiglie vanno sempre informate in ordine alla possibilità di avvalersi della detrazione fiscale di cui all’art. 13 della legge n.40/2007 e che subordinare l’iscrizione degli alunni al preventivo versamento del contributo non solo è illegittimo, ma si configura, per i soggetti che sono responsabili della gestione, come una grave violazione dei propri doveri d’ufficio, sanzionabili dai direttori degli Uffici scolastici regionali.
Il Ministero pertanto condanna ancora una volta qualunque tipo di comportamento che possa danneggiare l’immagine dell’intera amministrazione scolastica e minare così il clima di fiducia e collaborazione che è doveroso instaurare con le famiglie, oltre a ledere il diritto allo studio garantito dall’art.34 della Costituzione
(NOTA PROT. N. 593 del 07/03/2013) (NOTA PROT. N. 312 del 20/03/2012)

IL FUNZIONARIO
Ernesto ZIZZA
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Comments off

« Articoli precedenti · Articolii successivi »